RSA Aperta

Nel 2014 la Fondazione Ricovero Martinelli onlus ha aderito alla Sperimentazione Regionale RSA Aperta ai sensi della DGR 856/2013 di Regione Lombardia e dal 2016 ai sensi della Dgr 2942/2014.

Lo scopo di questi interventi è di offrire delle prestazioni domiciliari e/o semiresidenziali a favore di soggetti fragili sostenendo/alleviando i familiari nel percorso di cura dei propri cari.

CHI PUÒ ACCEDERE E COME ACCEDERE AL SERVIZIO
Possono accedere a tutti i servizi della Dgr 2942/2014 solo i cittadini residenti in Regione Lombardia iscritti al Servizio Sanitario Regionale.
Possono usufruire del servizio Rsa Aperta solo:
–  la persona affetta da demenza certificata /Alzheimer;
–  la persona non autosufficiente che abbia compiuto 75 anni.
La persona che intende attivare il servizio deve rivolgersi al Punto Fragilità del proprio Distretto di Residenza. Per i cittadini residenti nei comuni di Cinisello Balsamo, Cormano, Bresso, Cusano Milanino le richieste dovranno essere presentate alla ATS -Distretto Socio Sanitario 7 – Via Terenghi, 2 a Cinisello Balsamo.

PER INFORMAZIONI O DOMANDE PER IL SERVIZIO DI RSA APERTA:
L’Ufficio Accoglienza (UARP) è aperto al pubblico dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 16.00.
Telefono: 02 660541 (centralino)
E-mail: urp@fondazionemartinelli.org
Fax: 02-66049055
Sito internet: www.fondazionemartinelli.org

L’ATTIVAZIONE DEL VOUCHER
La misura Rsa Aperta prevede una presa in carico del soggetto fragile, al quale vengono offerte delle prestazioni in base ai suoi bisogni e dei suoi familiari.
La valutazione multidimensionale del bisogno è in capo esclusivo all’ATS di residenza a cui si è inoltrata richiesta.
A seguito della valutazione clinica/sociale effettuata, l’ATS redige un progetto individuale adeguato allo stato di fragilità della persona ed emette un voucher economico commisurato al bisogno rilevato, stabilendo sia la durata del voucher che il tipo di prestazioni professionali da attivare.
L’esito della valutazione multidimensionale è tradotto in un profilo assistenziale che corrisponde ad un pacchetto di interventi a bassa/media/alta intensità collegato a un preciso valore mensile di voucher determinati nella Dgr 2942/2014:
Profilo 1: voucher del valore di € 350,00
Profilo 2: voucher del valore di € 500,00
Profilo 3: voucher del valore di € 700,00
La persona beneficiaria del voucher sceglie, nell’elenco fornito dall’ATS, un soggetto erogatore a cui rivolgersi per l’attivazione del voucher.
Quando un familiare si presenta con il voucher presso la Fondazione Ricovero Martinelli, i responsabili del servizio attraverso un primo colloquio esaminano con i familiari, sulla base di quanto indicato nel Piano individualizzato allegato al voucher, il tipo di bisogno del paziente e pianificano il primo accesso dell’operatore.
L’operatore che viene inviato a domicilio valuta la situazione e compila le schede di valutazione o il protocollo assistenziale di competenza, necessari per redigere il PAI (Piano di Assistenza Individuale). Attraverso il PAI, si stabiliscono gli obiettivi e gli interventi che dovranno essere conseguiti e condivisi con i familiari.